Nessuno è più sorpreso dalle tapparelle elettriche, dall’automazione del riscaldamento o dai sistemi di allarme – sono già quasi standard nelle case di nuova costruzione. Sempre più spesso i polacchi fanno un passo avanti e decidono di adottare sistemi di casa intelligenti. Tuttavia, nonostante la crescente popolarità, esistono ancora molti miti intorno alla casa intelligente. In questo testo cercheremo di affrontarne almeno alcuni – per iniziare con 5 miti legati alla casa intelligente.  

1. La casa intelligente costa un mondo

La convinzione che una casa intelligente debba essere molto costosa risale alle prime soluzioni di questo tipo, basate in gran parte su installazioni cablate. Il loro costo – in realtà elevato – è stato determinato non solo dal prezzo dell’apparecchiatura stessa, ma anche dalla necessità di includere il sistema nella progettazione dell’impianto elettrico (che ha aumentato il prezzo del progetto) e dal costo della manodopera associata all’installazione e alla configurazione.

Il sistema Fibaro System può essere installato su qualsiasi infrastruttura elettrica esistente nella casa o nell’appartamento. Questo non dovrebbe sorprendere: il sistema è stato preparato in vista dell’installazione anche in impianti finiti. Il sistema Fibaro System riduce inoltre in modo significativo i costi relativi all’installazione, anche se dovrebbe comunque essere eseguita da un installatore certificato. Il collegamento degli elementi installati nelle scatole degli interruttori e delle prese è una questione di minuti. Il posizionamento di elementi a batteria è ancora più veloce.

Peraltro, le soluzioni Fibaro possono essere facilmente integrate con altri elementi “domotici”, ad esempio già installati. Ciò significa non solo convenienza, associata alla concentrazione di tutte le funzioni di controllo in un unico sistema, ma spesso anche risparmio. Ad esempio, gli elementi di comando delle tapparelle FIBARO combinati con le tradizionali tende a rullo a comando elettrico si rivelano più economici di molti sistemi radiocomandati disponibili sul mercato.

Se dovessimo tradurre tutto questo in importi specifici, le soluzioni “intelligenti” più semplici – basate su Apple HomeKit – potrebbero chiudere anche per diverse centinaia di zloty. L’importo di circa 5 mila PLN. Permette di creare un sistema con funzionalità interessanti in un impianto di medie dimensioni. La quantità di circa una decina o una dozzina di migliaia di PLN permetterà di dotare una casa di 100-150 m2 di un sistema con ampie capacità.

Ciò che è importante, la soluzione FIBARO ha un carattere modulare. Nulla ostacola l’installazione di un sistema relativamente semplice (e quindi relativamente economico) all’inizio e solo dopo un certo tempo sarà integrato con nuovi elementi. L’unica decisione veramente vincolante che deve essere presa prima dell’acquisto è la scelta della tecnologia: Apple HomeKit o Z-Wave. Il “cuore” del primo è un dispositivo Apple (ad esempio Apple TV o iPad), il secondo – un Home Center 2 dedicato.

2. l’installazione di apparecchiature per la casa intelligente è molto complicata

Parlando dell’installazione di un sistema per la casa intelligente, vale la pena distinguere due fasi. Il primo è il montaggio in sé, cioè l’installazione dei singoli elementi nei punti di destinazione. Il secondo è la configurazione del sistema.

L’installazione della maggior parte dei dispositivi alimentati a batteria non è praticamente un problema. Inoltre, alcuni elementi del Fibaro System non necessitano di alcun attrezzo: possono essere incollati con successo alla parete, al soffitto o ai mobili con il nastro biadesivo incluso nella scatola. Per definizione, alcuni dispositivi non richiedono alcun fissaggio – un esempio è il Flood Sensor, che dovrebbe essere semplicemente posizionato nel posto giusto. Lo stesso vale per la spina a muro, che viene alimentata dalla rete elettrica – in questo caso l’installazione si riduce a un collegamento alla presa.

Questo è leggermente diverso per i componenti installati in scatole di interruttori e prese. Anche la loro installazione è relativamente semplice, ma per motivi di sicurezza dovrebbe essere affidata ad un installatore certificato FIBARO. Infine, stiamo parlando di collegarli alla tensione di 230V.

La configurazione avviene tramite un’interfaccia trasparente, gestita da un computer o da un dispositivo mobile. Teoricamente – e praticamente – è semplice, ma vale comunque la pena di sfruttare l’esperienza dell’installatore. Con decine o addirittura centinaia di implementazioni alle spalle, il Fibaro System Installer è in grado di configurare il sistema in modo tale – costruendo scenari automatici del suo funzionamento, cioè le cosiddette “scene” – da operare in modo ottimale in base alle esigenze dell’utente.

L’aiuto dell’installatore può rivelarsi prezioso già in fase di acquisto. Quando vi incontrate nell’edificio dove deve essere installata l’installazione della casa intelligente, l’installatore può suggerire nuove idee o correggere i vostri progetti. Conoscendo perfettamente il sistema Fibaro System, l’installatore può suggerire la scelta degli elementi e la loro disposizione che meglio si adattano alle vostre esigenze.

Nel caso di grandi strutture e di progetti davvero estesi, la sua esperienza sarà preziosa anche dal punto di vista della comunicazione reciproca tra i dispositivi.

3. una casa intelligente è difficile da mantenere

I sistemi per la casa intelligente sono progettati per rendere la vita più facile agli utenti – e sono progettati per farlo accadere. Un sistema ben configurato può funzionare per molti anni senza modifiche. Il funzionamento attuale del sistema consiste nella sostituzione delle batterie nelle parti non alimentate dalla rete elettrica.

Le batterie possono funzionare per un massimo di due anni e non è nemmeno necessario ricordarsi di sostituirle. A tempo debito riceverete informazioni sugli apparecchi in cui ciò dovrebbe essere fatto. La sostituzione stessa richiede un certo tempo, gli elementi del Fibaro System sono progettati pensando al funzionamento più semplice possibile.

Suggeriamo che l’impianto venga ispezionato dall’installatore solo dopo circa un mese o due di utilizzo. Questo è un buon momento per verificare se i presupposti originali in base ai quali il sistema è stato configurato funzionano bene nell’uso quotidiano. È importante sottolineare che non è nemmeno necessario fissare un appuntamento con l’installatore. Se gli si concede l’accesso remoto al sistema, è in grado di controllare il funzionamento del sistema via Internet, utilizzando l’applicazione FIBARO Installer App dedicata agli installatori.

4. una casa intelligente ha bisogno di un accesso permanente a Internet

La Fibaro Intelligent Home mantiene la piena funzionalità anche quando non è collegata a Internet. La mancanza di accesso alla rete non ha alcun impatto sulle funzioni eseguite automaticamente, ad esempio l’accensione delle luci ad un’ora fissa del giorno o in risposta ad un segnale di un rilevatore di movimento. Inoltre, nel caso del sistema con tecnologia Z-Wave, alcune delle principali funzioni di sicurezza, come il rilevamento del monossido di carbonio, l’apertura del cancello di emergenza o l’interruzione dell’acqua o del gas, vengono eseguite anche quando il pannello di controllo Home Center 2 o Home Center Lite è spento.

La mancanza di accesso a Internet riguarda solo le funzionalità essenziali per l’accesso alla rete, come ad esempio la realizzazione di backup nel cloud o lo spegnimento e l’accensione di dispositivi a distanza. Tuttavia, è comunque possibile utilizzare i dispositivi mobili o il laptop per gestire completamente il sistema: è sufficiente collegare il cellulare o il computer alla stessa rete Wi-Fi della sede centrale del sistema.

5 Una casa intelligente è difficile da usare

Il sistema Fibaro è stato progettato in modo da poter essere facilmente utilizzato da persone che non hanno avuto in precedenza alcun contatto con le soluzioni per la casa intelligente.
L’applicazione mobile disponibile per smartphone, tablet o orologio è semplice, intuitiva e chiara. È sicuramente più facile da usare rispetto ai complicati pannelli di controllo, conosciuti dai sistemi più vecchi.

Inoltre, i dispositivi stessi non sembrano diversi dai loro omologhi tradizionali. Parti di essi, ad esempio quelli montati in scatole di installazione elettrica, semplicemente non sono visibili. Nulla impedisce di configurarli in modo tale che le loro funzioni di base siano identiche a quelle dei normali elementi di installazione elettrica.

In questo modo, riferendosi a un detto popolare, i vostri ospiti possono sentirsi come a casa loro.

Nel soggiorno, ad esempio, una sola pressione dell’interruttore della luce, dietro il quale è nascosto il Single Switch, può semplicemente accendere e spegnere la plafoniera. Tuttavia, una doppia pressione può già accendere tutte le luci della stanza, e una presa più lunga può coprire le tende, lasciando solo una leggera luce sulla stanza e accendendo il televisore e il televisore.

A breve, la prossima parte presenterà altri 5 miti legati alla casa intelligente.